Responsabilità della caldaia: a chi tocca? 3 diverse casistiche

0
904

Quando il compito è dell’amministratore di condominio

La responsabilità della caldaia ricade sull’amministratore di condominio quando l’apparecchio in uso è uno solo e serve tutti gli appartamenti dello stesso stabile. Ci sono infatti molti condomini che hanno una caldaia cosiddetta centralizzata senza che i singoli appartamenti ne abbiano una di proprietà. Questo vuol dire che la gestione di questo apparecchio viene affidata all’amministratore di condominio, il quel dovrà chiamare la ditta di assistenza e manutenzione caldaie Roma ogni volta che sarà necessario. Il costo di questi interventi viene diviso tra tutti che avranno un bel risparmio. Non tutti i condomini hanno per forza un amministratore poiché è obbligatorio per legge solamente sopra un certo numero di appartamenti. Nel caso in cui la caldaia fosse centralizzata ma non ci fosse un amministratore, il compito viene assolto da uno dei condomini che si assume questa responsabilità, sempre in accordo con gli altri.

Quando la responsabilità è del proprietario

È il proprietario che ha la responsabilità della caldaia nel momento in cui l’apparecchio serve la singola casa di proprietà. Questo vuol dire che la calida produce acqua calda e riscalda un solo appartamento e infatti spesso è situata al suo interno, anche se non è sempre così perché può esser messa in parti comuni. Il proprietario dovrà chiamare il tecnico di assistenza e manutenzione caldaie Roma ogni volta che dovesse esserci un problema o per i controlli regolari sostenendo per intero di tasca sua il costo relativo.

Quando il compito è dell’affittuario

Nel momento in cui la casa servita da una singola caldaia dovesse essere data in affitto, allora il compito della responsabilità ricade sull’inquilino. Questo significa che sarà lui, a sua discrezione, a chiamare il termotecnico ogni volta che è necessario e ne pagherà il conto per intero, senza fare a metà come invece molti erroneamente ancora pensano. Se l’affitto scadesse o l’inquilino se ne andasse prima, la responsabilità torna ad esser del proprietario di casa fino a quando la situazione non dovesse cambiare nuovamente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here