Come scegliere il condizionatore migliore per voi

Se siete alla ricerca del condizionatore per casa vostra ma anche per l’ufficio, il negozio o altro ancora, tenete ben presente che per trovare il meglio per voi dovete analizzare i seguenti parametri: il modello e anche la classe energetica.

Comprare un condizionatore o un climatizzatore richiede analisi approfondite altrimenti poi vi ritrovate con un apparecchio che non soddisfa le vostre esigenze. Continuate a leggere la guida che segue per saperne subito di più e non sbagliare.

Il modello: mono o multi

Secondo il tecnico della manutenzione e assistenza condizionatori a Roma bisogna considerare il tipo di appartamento che avete per trovare il modello giusto. La scelta è tra un modello mono oppure multi. La differenza sta nel fatto che il primo ha solo un’uscita per l’aria mentre il secondo di più.

Per scegliere tra uno e l’altro è necessario tenere prendere in considerazione la metratura dello spazio. L’aria fredda è pesante e muoverla non è facile come si possa pensare. Per garantire un diffusione omogenea del getto è fondamentale fare al scelta giusta; mono split, cioè con un’uscita solo, se avete una appuramento di metratura ridotta, un open space o anche un loft.

Dovrete invece optare per un condizionatore multi, cioè con più uscite, se avete un appartamento grande, su due paini o anche con diverse pareti divisorie. Solo in questo modo riuscirete a rinfrescare ogni angolo della casa e non avere spazi dove ancora fa caldo e si boccheggia.

La classe energetica: A o superiore

Per il tecnico della manutenzione e assistenza condizionatori a Roma è fondamentale fare attenzione anche alla classe energetica, altrimenti vi ritrovate con un apparecchio che utilizza un sacco di energia elettrica per funzionare.

La classe energetica del vostro condizionatore deve essere almeno A, oppure superiore come A+ o A++. Significa che il condizionatore usa poca energia per rinfrescare l’aria. Non vi conviene andare al risparmio e prendere un condizionatore con caratteristiche qualitative inferiori poiché dopo vi ritrovereste con bollette della luce dall’importo altissimo da saldare a fine periodo.