Cabine doccia: ecco i consigli giusti per scegliere il modello adatto alla nostra casa

Se avete deciso di acquistare una cabina doccia, probabilmente, avete già avuto una panoramica dei vantaggi che queste strutture presentano. Tra i vantaggi più importanti, ad esempio, si trovano quello di consentire un facile ingresso, aspetto da non sottovalutare, soprattutto se questa cabina doccia deve essere utilizzata da soggetti con ridotta mobilità, e quello relativo al consumo di acqua, che è nettamente inferiore rispetto a quello comportato da una vasca da bagno.

In aggiunta, per chi volesse, esiste la possibilità di avere un ulteriore risparmio, come? Comprando la cabina doccia online. Tuttavia, prima di comprare online, è assolutamente necessario aver chiaro in mente i  modelli di cabina doccia , così da non confondersi durante l’acquisto. In questo articolo, vedremo dei pratici consigli per acquistare la cabina doccia migliore per noi.

Prendere le misure

Ovviamente, la prima cosa da fare prima di un acquisto è quella di prendere le misure. Si tratta di misurare i lati del muro a cui verrà ancorata la cabina; dopo averlo fatto, tenendo conto anche delle misure del piatto doccia, se questo è già presente, si può individuare il modello più comodo: quello semicircolare o quello angolare.

Misurare lo spessore del vetro

Ci sono diverse tipologie di vetro per cabine doccia in commercio, ma le più usate sono due: il vetro da 6 mm e quello da 8. Entrambe, le tipologie di vetro sono durevoli, naturalmente, se si hanno bambini che rischiano di sbattere giocattoli o altro sul vetro, è consigliabile preferire quella da 8 mm di spessore.

La differenza tra porta scorrevole e battente

Per scegliere una cabina doccia funzionale alle nostre esigenze, non dobbiamo dimenticarci di valutare la sua porta. Sul mercato sono disponibili modelli con porta scorrevole e altri con porta a battente. I primi sono indicati per chi necessita di guadagnare spazio e vuole una cabina doccia che sia anche comoda da pulire, gli altri, invece, si adattano a chi vede nella cabina doccia un oggetto di arredo vero e proprio e desidera attribuirgli più importanza.

Trovare il vetro migliore

Ci sono diversi tipi di vetro, i più richiesti per le cabine doccia sono quello fumé, quello satinato e quello tradizionale trasparente. Non sono interscambiabili e presentano delle peculiarità proprie. Quello trasparente è adatto ad ambienti dove l’illuminazione è scarsa e non si può permettersi di creare altre ombre. I vetri satinati, invece, sono perfetti per chi non ha molto tempo per le pulizie: sono lisci e impediscono alle goccioline di calcare di consolidarsi. Infine, i vetri fumé sono perfetti per chi ama il design elegante e vuole dare al suo bagno un tocco di classe.

Considerare l’opzione autopulente

Se ci manca il tempo per le pulizie, ma abbiamo un buon budget di acquisto, una cabina doccia autopulente potrebbe far al caso nostro. Sono cabine con vetri rivestiti di film protettivi, che li rendono scivolosi e che riducono l’assorbimento dei liquidi, facilitando così anche la rimozione del calcare.