Box doccia o vasca da bagno: cos’è meglio per la ristrutturazione

Quando si deve pensare alla ristrutturazione del bagno è indispensabile decidere se installare una vasca da bagno oppure un box doccia. La decisione dipende da diversi fattori tra cui di sicuro c’è l’abitudine personale. Vediamo alcuni aspetti anche impiantistici per prendere la decisone più giusta.

Il box doccia

Chi ha un bagno piccolo e vuole un sistema pratico per lavarsi, allora scegliere sicuramente il box doccia, che può esser messo anche in un angolo. I muri saranno in parte le pareti e in parte in vetro. Il box doccia però no è solo partico e salvaspazio poiché ci sono dei modelli che possono esser molto grandi. Grazie al moderno acqua design ci sono soluzioni per la doccia che la fanno avvicinare a una spa: si può avere l’acqua che cade dal soffitto, l’aroma terapia, i getti laterali e anche la sauna. Il cristallo del box doccia oggi è sottoposto a trattamenti particolari che lo rendono anti calcare. In tale maniera, le goccioline di acqua residui scivolano via senza restare lì e fare quella antiestetica macchia che non viene più via. i rubinetti devono esser in coordinato con gli altri, ma spesso per il box doccia moderno si preferiscono delle tipologie lineari molto affusolate e non retrò.

La vasca da bagno

La vasca da bagno può anche oggi essere meno ingombrante del solito, grazie al sistema incassato. La vasca è sistemata lungo il muro o meglio ancora in un angolo, salvando spazio. Chi invece ha un bagno grande può optare per una vasca da bagno free standing, magari con piedini decorati stile Luigi XIV per un look retrò. La vasca dal bagno oggi non viene nemmeno fatta in tutta ceramica ma in un materiale ibrido che costate di non avere problemi di ingiallimento. La vasca da bagno si sporca facilmente sul fondo a causa dei residui. Oggi le vasche possono avere moltissimi stili diversi: dal più moderno e lineari al lo stile retrò e decorato.

Per informazioni e dettagli ulteriori, vai su www.ristrutturazionebagno-roma.it