Migliaia di intercettazioni impunemente sui giornali. Unico colpevole? Berlusconi

Il Fazioso 15 settembre 2011 16

Migliaia e migliaia di intercettazioni che coinvolgono il premier finite, in barba alla legge, sulla stampa con obiettivo lo sputtanamento mediatico del premier. Colpevoli tra giornalisti e magistrati per le illegali fughe di notizia? Nessuna. Anzi non vengono nemmeno aperte le inchieste per spiegare questo continuo spaccio di documenti tra procure e giornali.

Un’intercettazione mette in crisi la sinistra dimostrando le sue mire nel settore bancarie e svelando le sue manovre al limite della legge nelle scalate. Ripetiamo una sola! Berlusconi sulla graticola, addirittura in maniera coatta indagato anche se pure il pm voleva l’archiviazione.

Non c’è solo la sensazione ma ora la prova che se le intercettazioni riguardano il centrodestra devono finire sui giornali, se riguardano il centrosinistra o vengono censurate direttamente dai pm o non devono assolutamente finire sui quotidiani. E se finiscono lo stesso sulla stampa caccia a coloro che hanno permesso la pubblicazione. O meglio caccia a Berlusconi!


16 Comments »

  1. Pikoss 15 settembre 2011 at 16:08 -

    L'intercettazione su Fassino ha già il suo "colpevole" (il processo è solo una formalità): il povero scheletrito "compagno" è stato "violato" nella sua "sacratissima" privacy… poverino! Ma guarda tu! Questi Berluscones incivili, rozzi ed ignoranti! Sempre ad origliare la gente perbene!.
    Le stesse cose su B.? Grandissima opera di giornalismo e di giustizia, nessun colpevole (e di cosa poi! Colpire B. è un merto casomai!), nessun indagato.
    Che importa se le stesse intercettazioni sono utili o meno alle indagini o "private", tutto fa brodo, tutto dentro, tutto in pasto ai caproni dell'opinione pubblica!! Così si pasceranno di pane ed odio, per poi votare a sinistra.
    Non facciamoci ingannare!!
    Se TUTTI venissimo intercettati e smerdeggiati alla stessa maniera, probabilmente si conterebbero sulle dita delle mani gli innocenti, ma solo uno è al centro del loro interesse, solo uno è sottoposto a simili cose.
    Non mi sembra di aver mai udito di cose così esasperate in passato, più si va avanti e peggio è.
    Non lasciamoci tirare per il guinzaglio perchè ci aizzino come cani contro chi vogliono loro.
    Questa cosa contro B., no ha nulla a che vedere con la giustizia, è una guerra per toglierlo dai piedi, GUERRA DI POTERE; se è colpevole,tutto è più facile, peggio per lui! Se non lo è, lo si "fà diventare", almeno davanti all'opinione degli elettori, basta anche il solo dubbio.
    A questo servono le intercettazioni, a sputtanare.

    • sergione1941 17 settembre 2011 at 12:53 -

      Il fatto di Fassino che citi non è contestato solo per la violazione della privacy, ma per la pubblicazione illegale di una intercettazione addirittura ancora da rubricare.
      Ricordo a tutti che, quando gli atti vengono depositati e messi a dispozione degli avvocati difensori, diventano automaticamente pubblici. Dunque quando Il Giornale e più raramente Libero, parla di pubblicazioni illegali delle intercettazioni MENTE spudoratamente sapendo di mentire, ad solo uso dei beoti che vogliono esattamente leggere queste ca77ate.

      • pikoss 18 settembre 2011 at 13:55 -

        Se rubricare una intercettazione è la premessa necessaria e fondamentale per dare in pasto all'opinione pubblica (leggi tribunale del popolo), centinaia o migliaia di intercettazioni su un solo politico, moltissime su comunicazioni private, allora stai pure certo che rubricheranno anche gli sbadigli del Presidente del Consiglio, pur di sbatterlo in faccia ai cittadini elettori, perchè, lo giudichino e condannino senza appello.
        Dove è il legittimo dubbio nel nostro paese? Ti è bastato andare a spulciare tutto il verminaio pubblicato su B. e praticamente lo hai condannato su queste vicende, come tantissimi altri elettori, senza alcun ruolo in regolari processi ; è stato sufficiente generare la percezione di colpevolezza a suon di intercettazioni e il giudizio popolare è servito: sei diventato un giudice del popolo, esattamente come vogliono questi signori.
        Liberissimo di farlo.
        Io mi astengo dal giudicare e soprattutto condannare, nonostante molte, troppe cose, mi stiano disgustando di B., proprio perchè NON VOGLIO essere trascinato in questo immenso "tribunale popolare" che è diventata l'opinione pubblica.
        Mi ostino a dar consenso ad un "immeritevole" perchè sono convinto che il peggio (molto peggio) verrebbe dopo B., che tu ci creda o no.
        L'intercettazione di Fassino non era rubricata? Allora significa che la si doveva far scomparire! Il tribunale del popolo non doveva sapere.
        Concorderai che se al posto del politico Pd ci fosse stato B., lo avrebbero rubricato alla velocità della luce, e l'intercettazione sarebbe stata subito disponibile (insieme a migliaia di genere "minore") non solo per i difensori, ma anche per il FQ, Repubblica, l'Unità etc.., tutta a disposizione dei colti intelligentoni (non beoti), pronti a sentenziare, processi o meno.
        Sai benissimo che questo metodo è concepito apposta per sputtanare, a prescindere da colpa o innocenza, ma solo CHI SI VUOLE FUORI DAI DAI PIEDI.
        Puoi dire con assoluta onestà che tutto quanto è dato in pasto all'opinione pubblica (leggi ancora tribunale del popolo) su B., sia rubricato a regola d'arte? E se anche lo fosse, rubricare o meno, depositare presso i difensori o meno, è solo la regola facilmente interpretabile a favore degli amici (basta nascondere), per salvarli dal giudizio popolare, e applicabile (pubblicazione) per i nemici, di modo che tutto passi per le chiacchere, opinioni e dispute da bar o da blog.
        E questa la giustizia? per me è cosa abominevole!
        Un'ultima cosa.
        Legalità è un termine assai di moda con cui si usa sostituire, sempre più spesso, il termine giustizia, quasi ne sia un sinonimo: non è cosi!! Legalità significa che ci si attiene al rispetto di leggi e regole, ma queste sono "mezzi" per raggiungere la giustizia, non la stessa in se.
        Facile quindi interpretare a comodità le stesse leggi o la loro applicazione rendendo giusto quel che non lo è per alcuni, e ingiusto quel che invece è giustizia, per altri (i nemici).
        Questi mezzi sono il pane quotidiano dei VERI dittatori, dei poteri forti e di chi non si arrende a veder il governo occupato da chi non gli è gradito, puttaniere o meno che sia.
        E' una schifezza!! Io non ci stò (Scalfaro docet).

    • sergione1941 17 settembre 2011 at 13:00 -

      Su Berlusconi ho molti dubbi suffragati da troppe, troppe coincidenze, fatti poco chiari e altrettante "casualità". La vita e l'esperienza mi fanno trarre delle facili conclusioni, soprattutto perchè non ho da rimproverarmi e dunque di non avere la necessità di darmi un alibi per aver dato il mio voto ad un personaggio immeritevole.

      • pikoss 19 settembre 2011 at 00:19 -

        Io non ho alibi da presentare.
        Ne avrei da cercare se rinnegassi uno dei motivi, il più importante, per cui ho votato il Cav, per poi vedere D'Alema, Bersani, Di Pietro e altri scellerati peggiori di lui, ma con la fedina penale al sicuro, andare al governo, senza un'opposizione solida e forte.
        Allora si mi sentirei nel bisogno di cercare alibi, ma per aver scelto di allinearmi al coro anti B. con tutti i riconoscimenti di merito.
        Ho già detto che votare B. non è più questione di indagini, intercettazioni o altro, è questione di evitare al paese di piombare in un buco nero politico, quello dei sinistri al potere.
        Se fino ad ora, nonostante i governi di sinistra che si sono avvicendati al potere, la democrazia gode di relativa buona salute, è perchè c'è chi gli contrasta e contende loro il potere, tolto questo ostacolo calerà una cappa di piombo e faranno quel che vogliono.
        Non sempre si può scegliere tra vizi e virtù, ma sempre più spesso è necessario farlo tra vizi e vizi.
        E poi c'è il noto problema della giustizia, che con le asimmetrie di questi giorni ha mostrato quanto mai il suo volto.
        A noi vederlo.

        • pikoss 20 settembre 2011 at 00:11 -

          EC "ha goduto" e non "gode"

    • sergione1941 17 settembre 2011 at 17:32 -

      Non sono così ingenuo: so benissimo che le guerre per il potere esisteranno sempre, anche all'interno delle stesse fazioni. Purtroppo!
      Ma qui si sta giudicando l'affidabilità, l'etica di un uomo che le ulteriori intercettazioni fanno vacillare vieppiù.
      Ricordiamo le tesi difensive concordate da Berlusconi con l' avvocato Ghedini.
      1) Le ragazze erano solo accompagnatrici : falso, le signorine non erano ragazze immagine ma facevano sesso
      2)Berlusconi non sapeva che erano prostitute: falso, Berlusconi sapeva che Tarantini le pagava.
      3) Berlusconi mero utilizzatore finale e generoso benefattore: falso, Berlusconi stesso le pagava per le prestazioni, tanto che quando le pagava lui comunicava a Tarantini che non era necessario pagarle una seconda volta, perchè già debitamente foraggiate.
      Questo emerge dalle intercettazioni, certamente non penalmente rilevanti per il Premier, ma che evindenziano ancora una volta la natura menzognera e superficiale del personaggio.

  2. Flash 15 settembre 2011 at 16:26 -

    Ho perso il conto, ma credo che siano già circa 25 i processi chiusi che riguardavano Silvio Berlusconi. Assoluzioni, prescrizioni, archiviazioni. Insomma, i giudici per un motivo o per l'altro non sono mai riusciti a provare niente. Ce ne sono altri 5 o 6 ancora pendenti, tutti mediatici e campati in aria solo per diffamarlo.
    In USA basta un "ragionevole dubbio" per assolvere un imputato, qui a B. prima si contesta un reato, poi si fanno indagini milionarie per cercare di creare prove ed incastrarlo. Il caso Dominique Strauss-Kahn è stato archiviato per mancanza di prove malgrado un donna lo accusava di stupro, in Italia Ruby lo accusa di essere come la Caritas, ma il processo farsa va avanti.
    Non si fermeranno fino alla caduta del governo.

  3. Flash 15 settembre 2011 at 16:34 -

    A Berlusconi contesto due cose:
    1) non aver fatto SUBITO nel 2001 una legge costituzionale che prevede la sospensione dei processi durante la carica del presidente del consiglio, in modo da garantire la governabilità di questa grande Nazione, in maniera più leggera da quanto previsto dai padri costituenti.
    2) Non aver mai fatto la legge sulle intercettazioni. Ma ad essere sanzionati non devono essere i giornalisti che fanno il loro porco lavoro, ma i magistrati che danno le intercettazioni ai giornalisti e poi si chiedono come mai sia potuto succedere. A Napoli quel tontolone di Lepore ha fatto aprire perfino un fascicolo sulla fuga di notizie….indagherà contro di lui e i suoi PM ??

    • sergione1941 17 settembre 2011 at 12:00 -

      XPIKOSS e FLASH
      Premesso che leggendovi mi sembra di rileggere gli articoli di Sallusti, mi domando come fate a non essere consapevoli della partigianeria di questo giornale, equivalente, del resto, al contraltare opposto dell'Unità, che non gli è da meno. Non credo che sia difficile da capire che i quotidiani schierati scrivono esattamente quello che noi vogliamo leggere. Dunque la verità probabilmente è nel mezzo, ma se anche Il Giornale avesse ragione, ipoteticamente, al 95% , il solo 5% renderebbe inadatto Berlusconi a fare il Presidente del Consiglio.

    • sergione1941 17 settembre 2011 at 12:22 -

      Anche in Italia viene applicato il "ragionevole dubbio" per questo Berlusconi è stato assolto e prescritto, oltre per leggi "ad personam" anche per le concessioni, tavolta bonarie, delle attenuanti generiche. Che, RIBADISCO, perchè da voi sempre ignorata e glissata questa ovvietà, le attenuanti generiche si concedono solo ai colpevoli e non certamente agli innocenti.
      O no?
      Quali sono e quanti sono gli italiani che hanno paura di essere intercettati? Certamente tutti i faccendieri gli affaristi senza scrupoli, i corrotti e i corruttori, i malfattori, i mafiosi, ma gli altri? Devo credere che la stragrande maggioranza dei nostri concittadini appartiene e alle categorie che ho sommariamente elencato?
      Vogliamo dimenticare i clamorosi successi delle intercettazioni telefoniche, come quelle della clinica di Milano per fare un esempio? Tutto questo per parare le natiche del nostro Premier?

  4. Attilio 15 settembre 2011 at 17:51 -

    Andreotti è stato sotto processo per decenni, con una spesa di miliardi delle vecchie lire ed un risultato di innocenza. Per Berlusconi, probabilmente, si è speso (e si spenderà) ancora di più, con risultati altrettanto nulli. Questi magistrati che dilapidano ingenti somme dello Stato (cioè di tutti noi) per il nulla non devono proprio risponderne a nessuno? Sicuramente tutti i soldi buttati al vento sarebbero sufficienti per farci rientrare dal deficit!! Magari, poverini, vogliono tenersi in esercizio, visto che in Italia non ci sono delitti, crimini vari, delinquenti, irregolari, ecc….

    • sergione1941 17 settembre 2011 at 11:46 -

      Scrivi una imprecisione: Andreotti non è stato assolto. Il reato di concorso con la mafia è stato prescritto per decorrenza dei termini. Puoi informarti in Wikipedia.
      Ovviamente i soldi buttati al vento sono quelli spesi per "inguaiare" Berlusconi, non quelli spesi per "inguaiare" i varii Penati, Tedesco, D'Alema, Ponzato ecc.

    • ILARIA 17 settembre 2011 at 12:58 -

      Infatti a voi di destra vi riescono ad abbindolare dicendo innocente invece:
      la sentenza di appello, emessa il 2 maggio 2003, distinguendo il giudizio tra i fatti fino al 1980 e quelli successivi, stabilì che Andreotti aveva «commesso» il «reato di partecipazione all'associazione per delinquere» (Cosa Nostra), «concretamente ravvisabile fino alla primavera 1980», reato però «estinto per prescrizione». ESTINTO PER PRESCRIZIONE non vuol dire innocente… le parole sono importanti e anche il Presidente Berlusconi lo sa bene… come quando ha iniziato a chiamare la scuola PRIVATA – scuola LIBERA, ma pensate veramente di poter mindfuckare tutto il popolo italiano con strategie di marketing pubblicitario applicate al lingusggio politico… Ci riuscirete con tanti ma mai con TUTTI…

  5. ILARIA 17 settembre 2011 at 12:08 -

    Poche balle, Berlusconi sbaglia e continua a sbagliare. Negli States quando vengono fuori scandali la priorità è conoscere la verità sul proprio presidente, sapere se è affidabile e se rappresenta con onore il popolo… non i cavilli legali del si può o non si può pubblicare anche perché ormai la situazione è venuta a galla… solo in Italia c'è un così alto numero di giornalisti lecchini… è una vergogna… Berlusconi forse è a un passo dall'Alzheimer se non riesce a tenere a freno pulsioni e NON RIESCE A NON DIRE CAZZATE AL TELEFONO… Tutti i ministri sono sotto controllo che lo vogliano o no… può essere un governo straniero interessato ad anticipare la conoscenza su alcune opinioni o decisioni o i nostri servizi segreti oppure un privato o un giornalista curiosi di ficcare il naso… Silvio fattene una ragione sei un sorvegliato speciale se non l'hai ancora capito… invece di dare soldi alle puttane senza arte nè parte comprati un cellulare con il segnale criptato o vai a riferire al Copasir che non 6 in grado di gestire la tua immagine e la tua privacy nell'epoca del GRANDE FRATELLO…

  6. ILARIA 17 settembre 2011 at 12:18 -

    Io vorrei leggere anche le intercettazioni che riguardano politici di sinistra, ma forse essendo abituati ad appoggiare teorie del complotto e a credere di vivere in uno stato di polizia si sono premuniti facendo trapelare meno della loro vita privata… Silvio sveglia… Obama ha la tenda militare (made in CIA e NSA) con le più sofisticate apparecchiature contro le intercettazioni vedi Sensitive Compartmented Information Facility (SCIF).
    Si tratta di una tenda che può essere fisso o mobile in modo sicuro, è progettata per impedire le intercettazioni dagli hacker, non ha finestre ed i materiali impiegati nella sua fabbricazione non sono stati divulgati.
    NON dico di arrrivare a tanto ma fare un po' meno il coglione? Farci ridere dietro un po' meno per le tue cazzate? Famiglie bisognose? 20.000 euro al mese a un pappone? Guarda che la gente inizia ad incazzarsi stai attento o presto o tardi qualcuno penserà a una bella JFK solution se non ti ripigli….